Cover

Di fronte alle rivelazioni sulle intrusioni telefoniche effettuate dal News of the World, il patron di NewsCorp Rupert Murdoch ha deciso di chiudere il settimanale, attivo da 168 anni. "Un pezzo di Inghilterra è morto ieri, e questo è un momento di lutto", scrive il Times, quotidiano di riferimento del gruppo. "Le peggiori tecniche d'inchiesta del giornale ne hanno provocato la chiusura. Ma [resta il fatto] che le migliori hanno invece prodotto grandi articoli e a volte svelato enormi misfatti". Secondo il Times, lo scandalo coinvolge soltanto "un manipolo di persone che hanno calpestato il dolore e la disperazione di altri. Si sono coperti di vergogna, hanno distrutto un giornale e hanno intaccato la fiducia nella stampa libera. Ci vorrà molto tempo prima che questa fiducia sia riconquistata".

Il Times sottolinea che "il crollo catastrofico delle entrate pubblicitarie" è stato il colpo di grazia per il News of the World, ma secondo l'Independent "il giornale è stato sacrificato per una donna", ovvero l'ex direttrice della testata Rebekah Brooks, molto vicina a Murdoch e oggi a capo del settore della carta stampata di NewsCorp.