Il mese di maggio resterà negli annali dei musei europei come una pagina nera. Nella notte tra il 19 e il 20 uno sconosciuto si è introdotto nottetempo nel Museo di arte moderna della città di Parigi, che ha tranquillamente alleggerito di cinque tele d'autore – un Braque, un Léger, un Matisse, un Modigliani e un Picasso – per un valore complessivo di più di cento milioni di euro. Dopo il furto ci si è chiesti perché il ladro avesse scelto proprio quelle opere, del tutto impossibili da ricettare sul mercato legale.

[…] **Questo articolo è stato ritirato su richiesta del titolare del copyright.** (traduzione di Andrea Sparacino)