L'Unione europea chiede la fine delle violenze in Libia e l'apertura del dialogo tra i manifestanti e il governo. Queste dichiarazioni sono state fatte dai ministri degli esteri all'inizio della settimana e sono state ripetute i giorni successivi dalla Commissione europea e da Catherine Ashton, capo della diplomazia europea, durante il suo soggiorno al Cairo. La fine delle violenze e il dialogo fanno l'unanimità. Nessuno vi trova nulla da ridire. È come il progresso, la lotta contro la pedofilia e l'onestà in politica: chi non è a favore?

[…] **Questo articolo è stato ritirato su richiesta del titolare del copyright.** (traduzione di Andrea De Ritis)