Sostieni il giornalismo europeo indipendente e gratuito – contribuisci con una donazione a VoxEurop

Crisi dei rifugiati: Il naufragio dell’Europa

Il naufragio dell’Europa – Elchicotriste
Cartoon movement (Amsterdam)

La foto del corpo di Aylan Kurdi, un profugo siriano di tre anni, sulla spiaggia di Bodrum, in Turchia, ha fatto il giro del mondo. Aylan è morto annegato con la madre, il fratello maggiore e altre nove persone mentre tentava di raggiungere l'isola greca di Kos, nella notte del 1 settembre.

La foto di Aylan Kurdi è diventata emblematica della crisi dei rifugiati che colpisce l'Europa e dell'incapacità dei dirigenti europei di passare da una politica repressiva a una di accoglienza – con l'eccezione della Germania, che ha deciso di rendere più facile l'accesso all'asilo ai profughi siriani. Una riunione d'urgenza dei ministri dell'interno dell'Ue è stata indetta per il 14 settembre "per fare un punto a proposito della pressione sul terreno, delle azioni in corso e per deliberare sulle prossime tappe per rafforzare la risposta europea".

Oltre 2.600 migranti sono morti nel tentativo di raggiungere l'Europa dall'inizio dell'anno.