L’agenzia di rating Standard&Poor’s ha aumentato di sei gradi la nota del debito greco riportandola a livello B- (il più alto da giugno 2011) con una prospettiva “stabile”. Il governo ha sbloccato 1,4 miliardi di euro di aiuti per l’agricoltura. La Banca europea d’investimento garantirà le esportazioni greche per 500 milioni di euro. Gli armatori greci possiedono la seconda flotta al mondo. Ma c’è anche una cattiva notizia: la bolletta della luce aumenterà del 50 per cento.

Cover

Quattro matrimoni e un funerale – Ta Nea

Roman Pekárek, ex esponente del Partito democratico civico (Ods, destra), è stato condannato a 5 anni di prigione per corruzione e dovrebbe cominciare a scontare la pena nei prossimi giorni. Tuttavia in base alla legge nessuno può privarlo del mandato parlamentare, e Pekárek ha intenzione di conservarlo durante la prigionia e continuare a incassare lo stipendio di deputato.

Cover

Un deputato va in prigione – Lidové noviny

In Catalogna i partiti Convergencia i Unió (nazionalisti di centrodestra) ed Esquerra Republicana de Catalunya (indipendentisti di sinistra) hanno trovato un accordo per formare il prossimo governo regionale dopo la vittoria alle elezioni del 25 novembre scorso. Erc ha accettato di sostenere il presidente uscente (e capo di Ciu) Artur Mas in cambio dell’organizzazione di un referendum sull’indipendenza della regione nel 2014. Ciu ha accettato di eliminare alcune tasse come richiesto da Erc.

Cover

2014 – Ciu ed Erc stringono un patto per il referendum – El Periódico de Catalunya

Il primo ministro uscente Mario Monti sembra aver risolto i dubbi e dovrebbe annunciare ufficialmente che si candiderà alle elezioni di febbraio spinto dal “problema morale di dare un contributo al Paese ”. Monti può contare sul sostegno di quattro liste di centro, e se non riuscirà a ottenere la maggioranza assoluta potrebbe provare a formare una coalizione con il Partito democratico (Pd) di centro sinistra. Tuttavia la tensione tra Monti e il leader del Pd Pierluigi Bersani su chi dovrebbe essere il primo ministro è in aumento.

Cover

Monti: non starò fermo ad aspettare – La Repubblica

Contrariamente a ciò che pensano l’Ue e la stampa straniera, il risultato delle elezioni legislative dello scorso settembre “non è stato per nulla pro-europeo”, assicura il ministro degli esteri laburista Frans Timmermans in un’intervista concessa al quotidiano. “Certo, gli olandesi non vogliono lasciare l’Europa e tornare al fiorino, ma questo non vuol dire che apprezzino l’Europa o l’euro. Nel paese dominano le inquietudini e la delusione a proposito del progetto europeo”.

Cover

Ministro: gli elettori non hanno fatto una scelta pro-europea – NRC Handelsblad

François Hollande è atteso in Algeria per una visita ufficiale di due giorni. 50 anni dopo l’indipendenza dell’ex colonia francese, il presidente spera di riconciliare le due nazioni, separate dalle tensioni a proposito dei crimini commessi durante il periodo coloniale e la guerra d’indipendenza.

Cover

Francia-Algeria: la dittatura della memoria – Libération

Durante un’udienza speciale la Corte costituzionale di Karlsruhe ha lasciato intendere che è contraria alla legislazione attuale, che concede alcuni vantaggi alle coppie eterosessuali. Nella primavera del 2013 l’alto tribunale potrebbe accordare agli omosessuali il diritto di adottare un bambino adottato dal loro partner. Per il momento possono soltanto adottare il figlio biologico del loro partner.

Cover

Il divieto di adozione per gli omosessuali vacilla – Süddeutsche Zeitung