Presto gli abitanti di Kaliningrad, l'enclave russa tra Polonia e Lituania, potranno viaggiare a Gdańsk e in altre città polacche senza dover richiedere un visto, scrive Gazeta Wyborcza. Inoltre i polacchi delle province di Pomerania e Varmia-Masuria non avranno più bisogno del visto russo per recarsi a Kaliningrad per fare scorte di benzina, molto più economica che in patria.

Le nuove regole verranno sancite da un accordo sui brevi viaggi attraverso il confine, che sarà firmato il 14 dicembre dai ministri degli esteri russo e polacco. "La diplomazia russa può sostenere che si tratta del primo successo concreto nelle relazioni con l'Ue. Sono passati anni dall'ultima volta che Mosca ha firmato un accordo con l'Unione […], e fino a oggi il dialogo è stato soprattutto virtuale", ha dichiarato un diplomatico polacco al quotidiano di Varsavia.

Il ministro degli esteri russo Sergei Lavrov si è detto fiducioso che l'accordo possa "aprire la strada verso la libertà di movimento tra Russia e Unione europea".