Cover

"La violenza psicologica all'interno della coppia diventa reato", titola Le Monde. Il 25 febbraio i deputati francesi hanno votato all'unanimità una proposta di legge per la protezione delle donne dalle violenze coniugali. L'introduzione di questo reato, punibile con tre anni di prigione e 75mila euro d'ammenda fa discutere. Secondo la ministra della famiglia Nadine Morano, il provvedimento è giustificato dal fatto che "su 80mila chiamate ricevute dal servizio telefonico per le violenze coniugali, l'84 per cento riguardavano violenze psicologiche". Secondo i magistrati, i servizi sociali non dispongono dei mezzi per aiutare le vittime, e la legge è solo propaganda. "La misura più spettacolare contenuta nella proposta" è la possibilità di imporre il braccialetto elettronico ai coniugi violenti, come già avviene in Spagna. In Francia ogni tre giorni una donna viene uccisa dal suo compagno.