Cover

“La Grecia accetta la denominazione di Macedonia del Nord”, annuncia Adevărul. La dichiarazione del viceministro greco per gli affari esteri Dimitris Droutsas potrebbe mettere fine a una querelle che si trascina da oltre 19 anni. La Grecia infatti rifiuta a Skopje il diritto di usare il nome Macedonia, sostenendo che esso indica una provincia che fa parte del patrimonio storico greco. La lite è servita da pretesto alla Grecia per bloccare l’ingresso della Macedonia nella Nato e la sua adesione all’Ue fin dal 1991, anno della dichiarazione di indipendenza del paese. “Se il primo ministro Nikola Gruevski respingerà la nostra proposta, dovrà spiegare al suo popolo perché continua a privarlo di una prospettiva europea” ha aggiunto Droutsas.