Cover

"Si indaga sugli affari petroliferi di Carl Bildt", riporta Dagens Nyheter. Dal 2000 al 2006 il ministro degli esteri svedese è stato membro del consiglio di amministrazione della compagnia petrolifera Lundin Oil, nei confronti della quale è stata avviata un'indagine preliminare il 21 giugno. Lundin Oil è sospettata di complicità nei crimini di guerra e contro l'umanità commessi in Sudan tra il 1997 e il 2003. Il quotidiano precisa che in mancanza di nuove imputazioni la posizione di BIldt non dovrebbe essere in pericolo.