Cover

"La rivolta delle autonomie locali contro la legge sull’aborto" è il titolo scelto dalla Vanguardia per raccontare come le regioni autonome di Murcia, Madrid e Navarra – tutte governate dal centrodestra del Partito popolare (Pp) – abbiano deciso di sospendere l'applicazione della legge sulla depenalizzazione dell’aborto. Votata nel febbraio scorso ed entrata in vigore il 5 luglio, la norma permette alle donne di abortire legalmente fino alla quattordicesima settimana di gravidanza. In caso di anomalie del feto o di rischio per la salute della madre, il termine è spostato alla ventiduesima settimana. "Non ci sono ragioni per applicare questa norma, dato che non è ancora stata detta la parola finale sulla sua legittimità", ha dichiarato Ramón Luis Varcárcel, presidente della regione di Murcia, dopo che la Corte costituzionale ha accolto il ricorso del Pp contro la legge.