I vescovi tedeschi e polacchi stanno preparando una dichiarazione congiunta per il settantesimo anniversario dello scoppio della Seconda guerra mondiale, che cade a settembre. Il documento, scrive Polska, inviterà alla riconciliazione nella speranza che quei "dolorosi momenti della storia recente vengano lasciati agli storici". Secondo i vescovi, i politici dovrebbero dedicarsi alla costruzione di un futuro comune invece che usare gli eventi storici per i propri fini. È una chiara allusione alla recente risoluzione della Cdu con cui i conservatori tedeschi hanno sollecitato la condanna da parte della comunità internazionale dell'espulsione dei tedeschi dalla Polonia nel dopoguerra. La commemorazione della deportazione dei tedeschi è da tempo uno degli argomenti più spinosi nei rapporti tra Germania e Polonia.