Cover

Il 29 maggio, in occasione della presentazione delle raccomandazioni per il 2013, la Commissione europea non dovrebbe avviare alcuna procedura per deficit eccessivo contro la Slovenia, annuncia Delo.

Secondo il quotidiano “Lubiana riceverà comunque un certo numero di raccomandazioni”, in particolare per quanto riguarda le perdite delle banche (che “compromettono la competitività del paese”) e il sovra-indebitamento delle imprese.

Secondo una fonte Ue citata da Delo, l’apertura di una procedura avrebbe alimentato “la sfiducia dei mercati”, rischiando di aggravare la situazione.