“L’Armenia sceglie la Russia e non l’Ue”, titola European Voice dopo la notizia che Yerevan si unirà all'Unione eurasiatica promossa da Mosca anziché firmare l’accordo di libero scambio che ha negoziato per mesi con l’Unione europea.

La decisione a sorpresa segue la richiesta russa di un incontro tra il presidente armeno Serzh Sarkisian e il suo omologo russo Vladimir Putin a Mosca il 30 agosto. L’Ue proibisce ai paesi che fanno parte della Custom Unions di sottoscrivere il suo onnicomprensivo accordo di libero scambio (Dcfta). Secondo il settimanale

l’accordo arriva due giorni prima del vertice del G20 che Putin ospiterà a San Pietroburgo il 5 e 6 settembre, e nel contesto di una disputa commerciale con l’Ucraina sulla firma di un accordo di associazione con l’Ue. È probabile che durante il vertice i leader dell’Unione si oppongano alle pressioni russe nei confronti dell’Ucraina.