Il 2 ottobre il primo ministro Enrico Letta affronta un voto di fiducia dopo che il suo alleato di governo e leader del Pdl Silvio Berlusconi ha chiesto ai deputati del suo partito di dimettersi, ufficialmente per protestare contro l’aumento dell’iva ma secondo molti per via dei suoi problemi legali.

Secondo il Corriere della Sera la vicenda potrebbe avere un finale a sorpresa: l’ala “moderata” del Pdl ha infatti preso le distanze da Berlusconi e sta cercando di salvare il governo.

Il gruppo, guidato dall’ex delfino di Berlusconi Angelino Alfano, potrebbe fondare un nuovo partito isolando Berlusconi in vista della sua probabile espulsione dal Senato il prossimo 4 ottobre a seguito della condanna per evasione fiscale.