Cover

A una settimana dalle elezioni legislative in Austria i leader socialdemocratici di Burgenland e Stiria e il sindaco socialdemocratico di Vienna hanno “invitato il Partito popolare austriaco (ÖVP) a formare rapidamente una grande coalizione, minacciando di passare all’opposizione in caso di mancato accordo”, riporta Der Standard.

L’avvertimento arriva dopo che il leader dell’ÖVP Michael Spindelegger ha annunciato di essere pronto a negoziare con il FPÖ per formare una coalizione “nero-blu”. Il partito populista di destra, diventato la terza forza politica del paese, ha già governato con l’ÖVP nel 1999, ai tempi di Jörg Haider, ma allora l’UE aveva adottato diverse sanzioni contro l’Austria.

L’iniziativa dei tre responsabili socialdemocratici è stata criticata dai ranghi del partito, precisa il quotidiano. Il capolista dell’SPÖ in Alta Austria ha invitato i suoi colleghi a “non giocare col fuoco”.