Cover

"Scomparsi in Europa": la Tageszeitung pubblica le foto di cinque avversari di Aliaksandr Lukashenko alle elezioni presidenziali bielorusse, di un avvocato per i diritti umani e di un giornalista, tutti arrestati dai servizi segreti il 19 dicembre, durante o dopo le manifestazioni contro il risultato dello scrutinio. La repressione dell'opposizione bielorussa, che ricorda quella della fine degli anni novanta, dimostra che l'apertura del paese è stata solo provvisoria, precisa il quotidiano berlinese. "L'Ue deve chiedersi come ha intenzione di rapportarsi con il suo vicino autocrate". La Taz non vede che una via d'uscita: favorire la società civile, in primo luogo concedendo più facilmente i visti.