In gran parte dei Paesi europei, i cittadini non possono offrire sostegno agli immigrati irregolari. Vengono puniti coloro che aiutano i migranti a entrare nell’Ue, ma pure coloro che li aiutano a rimanervi, ad esempio offrendo loro un posto dove stare. Un rapporto del 2014 dell’agenzia dell’Unione europea per i diritti fondamentali (Fra) ha analizzato le sanzioni previste dai diversi Paesi per scoraggiare e reprimere questi comportamenti.

Alcune delle sanzioni colpiscono specificamente coloro che offrono un alloggio ai migranti (anche in cambio di un affitto). Come mostra la mappa tratta dal rapporto, questa forma di «aiuto» ai migranti è punita quasi ovunque – le uniche eccezioni piene sono il Belgio e l’Irlanda. Le sanzioni sono spesso pecuniarie, ma in alcuni casi è prevista anche l’incarcerazione. Tuttavia, in molti Paesi sono previste delle eccezioni e delle allevianti, ad esempio quando l’ospitalità è offerta a parenti o in modo gratuito.