Com'è cambiata la popolazione europea nell'ultimo quindicennio? Questa mappa mostra, per ciascun comune di 43 paesi europei, l'andamento annuale medio della sua popolazione: i comuni colorati di blu hanno visto calare i loro abitanti, mentre quelli colorati di rosso li hanno visti aumentare. L'intensità della colorazione è direttamente correlata con l'intensità del cambiamento demografico: dove l'intensità è maggiore il cambiamento è stato superiore al 2% annuo.

I dati si riferiscono al periodo tra il 2001 e il 2011, il più recente possibile. Sono stati raccolti e rielaborati dai ricercatori del Bbsr (Bundesinstitut für Bau-, Stadt- und Raumforschung), l'istituto pubblico tedesco che si occupa di studi urbanistici e geografici.

Le regioni d'Europa dove la popolazione è cresciuta di più sono le isole britanniche, la Francia e la Spagna mediterranea. Quelle dove è diminuita maggiormente sono i Balcani, la parte nord-occidentale della penisola iberica e buona parte dei Paesi affacciati sul Baltico. All'interno di uno stesso stato l'andamento demografico è però spesso diverso a seconda delle varie zone: ad esempio, in tutta l'Europa centro-orientale si nota una grande crescita delle principali città.