Cover

A una settimana dalla decisione di chiudere 7 centrali nucleari "Angela Merkel cerca l'uscita di sicurezza", scrive il Financial Times Deutschland. Il 22 marzo la cancelliera ha incaricato una commissione di esperti di valutare i rischi dell'energia nucleare. Klaus Töpfer, ex ministro dell'ambiente cristiano-democratico e critico del nucleare, dirigerà la commissione, che sarà composta in parti uguali da scienziati e rappresentanti delle chiese. Secondo il quotidiano economico la Merkel sta cercando di legittimare la decisione presa dopo l'incidente di Fukushima. "La costituzione di [simili] commissioni lascia pensare a lunghe consultazioni che sfoceranno in conclusioni morbide come la cera e che non interesseranno più a nessuno. Quattro giorni prima di elezioni regionali cruciali e incerte, [la cancelliera] agisce spinta soprattutto da preoccupazioni elettorali. Tuttavia resta il fatto […] che non ci sarà nessuna marcia indietro", dato che l'obiettivo della commissione è che il paese abbandoni del tutto il nucleare entro il 2020.