Cover

La Repubblica Ceca è il "paese delle cimici", scrive Lidové Noviny. La crisi politica del paese "assume dimensioni catastrofiche" grazie ad alcune intercettazioni segrete all'interno del partito Affari pubblici (Vv), membro della coalizione di governo. Il Vv ha espulso un deputato accusato sulla base delle intercettazioni di aver progettato un golpe interno al partito con il sostegno del Partito civico democratico (Ods) del primo ministro Petr Nečas. Il fatto segue alle accuse di corruzione lanciate contro il fondatore del partito Vít Bárta dal deputato in questione e da altri membri del Vv. "Il complotto è reale o solo una mistificazione?", si chiede il quotidiano di Praga. Una cosa è certa: "Il governo dei suicidi" sta per affondare. "Per anni la società ceca ha sopportato la corruzione e il discredito dei politici", commenta Lidové Noviny. "Prima però c'erano solo sintomi. Oggi osserviamo in diretta una società di spie".