Cover

"L'Europa per Poczobut", titola Gazeta Wyborcza il giorno dopo che Andrzej Poczobut, corrispondente dalla Bielorussia per il quotidiano di Varsavia e oppositore del regime di Minsk, è stato formalmente incriminato per aver insultato e calunniato il presidente Aleksandr Lukashenko. Arrestato 38 giorni fa, Poczobut rischia una condanna a quattro anni di prigione. Riprendendo le parole del ministro degli esteri Ue, Catherine Ashton, e del presidente del Parlamento europeo, Jerzy Buzek, gli eurodeputati hanno chiesto al regime di Minsk di ritirare le accuse e rilasciare il giornalista. Finora le autorità bielorusse hanno rifiutato di acconsentire al rilascio di Poczobut su cauzione o contro la garanzia personale di 40 persone. "L'ingiustizia, anche se si nasconde dietro la toga di un procuratore e di un giudice, resta comunque ingiustizia. Ma è molto più ipocrita e perversa", conclude l'editoriale di Gazeta Wyborcza.