Cover

La richiesta di scioglimento del parlamento è una "nuova opportunità per la Lettonia", titola Diena dopo la decisione del presidente di ricorrere per la prima volta a questa prerogativa del suo mandato. Il 28 maggio, durante un discorso televisivo, Valdis Zatlers ha "fatto una mossa senza precedenti nella storia del paese", scrive il quotidiano che pubblica in prima pagina una foto dei manifestanti accorsi subito dopo la decisione per dimostrare il loro sostegno a Zatlers. Il presidente ha motivato il suo gesto con la volontà di combattere la corruzione all'interno del parlamento, che recentemente ha rifiutato di privare dell'immunità parlamentare il magnate Ainārs Šlesers, leader del Primo partito lettone/Via lettone (Lpp/Lc) e sotto inchiesta da parte dell'Agenzia nazionale anticorruzione. Entro i prossimi due mesi gli elettori saranno chiamati a votare un referendum sullo scioglimento del parlamento. Se vincerà il "sì", e Diena non ha alcun dubbio in proposito, le elezioni legislative si dovrebbero tenere tra la fine di agosto e l'inizio di settembre. Se invece dovesse prevalere il "no" Zatlers dovrà abbandonare il suo incarico. Le ultime elezioni legislative in Lettonia si sono svolte nell'ottobre del 2010.