Cover

"Lieve terremoto a Blackpool, duro colpo per la politica energetica britannica", titola l'Independent dopo che il primo progetto britannico di estrazione di gas di scisto nel Lancashire (Inghilterra nordoccidentale) è stato sospeso in seguito a un secondo terremoto nella zona. In aprile una prima scossa di magnitudo 2.3 ha fatto tremare la terra, mentre il 27 maggio si è verificato un secondo sisma di magnitudo 1.5, nei pressi della località costiera di Blackpool. Il fenomeno è avvenuto "nel momento in cui la compagnia energetica Cuadrilla Resources stava iniettando fluidi ad alta pressione in profondità per spaccare la roccia contenente il gas". Il processo, conosciuto con il nome di "fracking", è molto discusso, ed è stato vietato in Francia e negli stati di New York e della Pennsylvania negli Usa, dove il gas di scisto rappresenta il 45 per cento della produzione di gas. Negli Stati Uniti "alcuni residenti nelle zona dove viene effettuato il fracking hanno registrato video in cui danno fuoco all'acqua corrente contaminata con gas metano", riporta il quotidiano londinese. L'Independent aggiunge che secondo gli esperti "questo tipo di processo estrattivo può innescare terremoti di lieve entità". Secondo Cuadrilla Resources il giacimento del Lancashire potrebbe soddisfare il 10 per cento del fabbisogno di gas del Regno Unito.