Cover

"Per ora sono i germogli", titola Die Welt dopo la rivelazione da parte del ministro dell'agricoltura della Bassa Sassonia di una nuova pista sull'origine del batterio assassino E.coli, che ha già causato la morte di 22 persone in Germania e migliaia di infezioni in tutta Europa. A essere sospettati di aver causato l'epidemia sono diciotto varietà di germogli provenienti dalla Germania, da altri paesi europei e dal'Asia, coltivati a una temperatura di 37 gradi centigradi e commercializzati da un'azienda del Land tedesco. In mancanza di prove definitive il ministro federale resta però prudente, pur sconsigliando il consumo dei germogli. Il quotidiano cita inoltre un recente studio del Consiglio d'igiene, che raggruppa un diversi esperti internazionali. Secondo lo studio l'igiene alimentare dei tedeschi lascia parecchio a desiderare: si lavano le mani meno spesso e per meno tempo rispetto agli altri europei, gli strofinacci nelle loro cucine sono delle vere e proprie "armi biologiche", e quel che è peggio la raccolta differenziata altamente selettiva porta i cittadini più zelanti a conservare la spazzatura in cucina fino a una settimana, mettendo così a rischio l'igiene degli appartamenti.