Cover

"Pfff"…. Così De Morgen esprime il profondo sconforto che pervade la società belga. Il 7 luglio Bart De Wever, leader del partito fiammingo N-Va, "ha fatto a pezzi" la proposta presentata tre giorni prima da Elio Di Rupo per uscire dall'impasse istituzionale. "La proposta è nefasta per tutti gli abitanti del paese e soprattutto per i fiamminghi", ha sentenziato De Wever. "A sorprendere non è il fatto che De Wever abbia detto 'no', ma il modo in cui l'ha fatto”, commenta l'editoriale di De Morgen. "Non c'è niente di positivo nel documento di Di Rupo, assolutamente niente. La proposta non è stata solo demolita, ma sepolta diversi metri sotto terra". E ora? Questa la grande domanda che si pone la stampa belga. Di Rupo, che conferirà con il re nella giornata di venerdì, non ha voluto commentare, ma appare "particolarmente inquieto sul futuro del paese", conclude il quotidiano.