Cover

"Oltre l'abisso?" titola il settimanale conservatore Uważam, rze, domandandosi se l'euro abbia ancora un futuro. La risposta è "sì", scrive l'opinionista Marek Magierowski, ma i paesi dell'eurozona dovranno dire addio a una fetta consistente della loro sovranità. "L'attuale crisi servirà ad accelerare il processo di creazione di un eurogoverno" che si farà carico delle responsabilità per le politiche macroeconomiche degli stati membri. Presto o tardi, le richieste della cancelliera Angela Merkel per un'armonizzazione delle imposte sulle imprese e per la riforma dei sistemi previdenziali nell'eurozona saranno soddisfatte", scrive il settimanale di Varsavia, insistendo sul fatto che senza questo tipo di cambiamenti il progetto della moneta unica è destinato a fallire. Comunque sia, "la storia ci insegna che Angela Merkel ottiene sempre ciò che vuole", ed è per questa ragione che la Grecia è stata costretta a mettere in atto dolorosi tagli al bilancio e a privatizzare gli enti statali. Col tempo anche gli spagnoli, i portoghesi, gli italiani, i belgi e prima o poi anche i francesi si troveranno nella stessa situazione. "In teoria i bilanci dei paesi di cui sopra saranno controllati da Bruxelles, ma in pratica la maggior parte delle decisioni sarà presa a Berlino", conclude Uważam, rze.