Cover

"Putin tornerà a primavera", titola Gazeta Wyborcza a proposito di quello che definisce ironicamente il "più grande segreto della politica russa degli ultimi anni": la successione al Cremlino dopo le elezioni del marzo prossimo. Nel fine settimana i vertici del partito Russia unita e l'attuale presidente Dmitrij Medvedev hanno annunciato ufficialmente che sosterranno la candidatura di Vladimir Putin, intenzionato riprendersi la carica di presidente ricoperta tra il 2000 e il 2008. "Nonostante alle elezioni manchino ancora sei mesi, sappiamo già chi sarà il vincitore", spiega il quotidiano di Varsavia. Secondo l'opinionista russo Leonid Radzihovsky "Putin è considerato da tempo il leader della nazione", e non esistono avversari in grado di contrastarlo. Nel frattempo "l'etica e la professionalità dell'élite [russa] proseguono il loro [inarrestabile] declino".