“Strade mortali del nord e funzionari dell’Ue”

Pubblicato il 20 Settembre 2013 alle 10:21

Il 19 settembre un doganiere lituano della missione Ue in Kosovo (EUlex) è stato ucciso, mentre un suo collega ceco è rimasto ferito dopo che alcuni sconosciuti hanno aperto il fuoco sul loro veicolo che percorreva una strada nei pressi di Zvečan, nella zona a maggioranza serba del nord del Kosovo, riporta Koha Ditorë.
È la prima volta che un membro di Eulex viene ucciso dall’inizio della missione nel 2008, nota il quotidiano aggiungendo che si tratta del primo incidente da quando i doganieri di Eulex si muovono via terra (fino a giugno si spostavano in elicottero). Secondo Koha Ditorë

i rappresentanti dell’Ue, degli Stati Uniti, del Kosovo e della Serbia hanno dichiarato che l’attacco non fermerà l’applicazione degli accordi stipulati né la normalizzazione in corso.
La mattina del 20 settembre un ordigno di scarsa potenza è esploso nel quartiere serbo di Mitrovica, la principale città serba del Kosovo. Non si registrano feriti, riporta il quotidiano.

Categorie

Ti è piaciuto questo articolo? Noi siamo molto felici. È a disposizione di tutti i nostri lettori, poiché riteniamo che il diritto a un’informazione libera e indipendente sia essenziale per la democrazia. Tuttavia, questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha il suo prezzo. Abbiamo bisogno del tuo supporto per continuare a pubblicare le nostre notizie indipendenti e multilingue per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di abbonamento e i loro vantaggi esclusivi e diventa subito membro della nostra community!

Sei un media, un'azienda o un'organizzazione? Dai un'occhiata ai nostri servizi di traduzione ed editoriale multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di una stampa indipendente. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti a noi!