Idee Rivolta democratica in Bielorussia

Bielorussia: i bambini della dittatura, “la fantasia contro la paura”

Nel giorno della solidarietà con il movimento democratico in Bielorussia, Nadya Kandrusevich-Shidlovskaya editrice bielorussa di libri per l’infanzia, racconta la repressione del regime e la rivolta della società civili attraverso gli occhi dei bambini, che vedono, sanno e capiscono, la situazione che vive il Paese.

Pubblicato il 7 Febbraio 2021 alle 09:00

“Un bambino che non riceve amore né dai genitori né da nessun’altro cresce infelice, spesso è incapace di amare e può causare dolore intorno a sé. Il destino del mondo è determinato dall’infanzia. È durante questo periodo che si decide se gli uomini e le donne di domani diventeranno sani di cuore, persone di buona volontà o individui mutilati che approfittano di ogni occasione per complicare la vita delle loro comunità. Gli uomini politici chedecideranno il destino del mondo di domani sono i bambini di oggi”.

 Astrid Lindgren

I bambini vedono cosa succede nelle loro famiglie. Una bandiera bianco-rossa-bianca, quella della Repubblica Popolare Bielorussa. è appesa alla finestra. I genitori discutono sempre di qualcosa, guardano le notizie su Internet, ogni domenica vanno da qualche parte e a volte uno di loro non torna a casa: è in  prigione ad aspettare il processo “per una passeggiata pacifica”. Il sabato la mamma si mette il rossetto rosso, un vestito bianco, compra dei fiori e va in città per una passeggiata, e la nonna ogni lunedì esce a camminare.

I bambini vedono cosa succede in cortile. La gente si riunisce, discute di quello che succede nel paese, di quali vicini sono stati arrestati, di chi è in prigione, la gente invita musicisti, scrittori e poeti nei loro cortili, cantano canzoni, firmano cartoline e inviano lettere a coloro che sono stati ingiustamente arrestati. La gente appende bandiere alle finestre e decora le recinzioni con nastri bianchi.

I bambini vedono cosa succede all’asilo. Una maestra può rinchiudere un bambino in bagno, punirlo solo perché mentre gioca ripete quello che sente dagli adulti o quello che vede per le strade della città. La maestra dice che quest’anno tutte le bambine si vestiranno da alberi di Natale e indosseranno abiti verdi con fiocchi rossi, e non da fiocchi di neve in abiti bianchi, come hanno sempre fatto.

I bambini vedono cosa succede a scuola. Anche se è loro proibito parlare di politica, sanno chi dei loro insegnanti ha lavorato nella commissione elettorale durante le elezioni presidenziali, chi era a…

Sei un media, un'azienda o un'organizzazione? Dai un'occhiata ai nostri servizi di traduzione ed editoriale multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di una stampa indipendente. Voxeurop ha bisogno di te. Abbònati!

Sullo stesso argomento