Altri dieci anni!

Pubblicato il 22 Novembre 2023 alle 18:51
Glyphosate_Derenne

Il 16 novembre la commissione europea ha autorizzato il rinnovo dell'approvazione del glifosato per altri dieci anni. Sebbene questa autorizzazione – concessa senza l'accordo degli stati membri per mancanza di consenso – sia accompagnata da condizioni e restrizioni, ha suscitato l'ira di partiti e organizzazioni ambientaliste.

Dal 2015, il glifosato, l'erbicida più usato in Europa e l'ingrediente attivo del famoso Roundup di Monsanto, è stato classificato dall'Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro, un'agenzia dell'Organizzazione mondiale della sanità, come probabile cancerogeno – un giudizio che all'epoca fu fortemente contestato.

Nel prendere la sua decisione la Commissione si è basata, tra l'altro, su un rapporto dell'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) che, sulla base di un'analisi di altri 2.400 studi, non era stata in grado di identificare una "area critica di preoccupazione" che ne impedisse il rinnovo. Tuttavia, il rapporto dell'EFSA non ha convinto i più ferventi critici del glifosato, poiché la validità degli studi a difesa dell'erbicida è stata messa in discussione più volte in passato.


Il meglio del giornalismo europeo, ogni giovedì, nella tua casella di posta

Ti è piaciuto questo articolo? Noi siamo molto felici. È a disposizione di tutti i nostri lettori, poiché riteniamo che il diritto a un’informazione libera e indipendente sia essenziale per la democrazia. Tuttavia, questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha il suo prezzo. Abbiamo bisogno del tuo supporto per continuare a pubblicare le nostre notizie indipendenti e multilingue per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di abbonamento e i loro vantaggi esclusivi e diventa subito membro della nostra community!

Sei un media, un'azienda o un'organizzazione? Dai un'occhiata ai nostri servizi di traduzione ed editoriale multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di una stampa indipendente. Voxeurop ha bisogno di te. Abbònati!

Sullo stesso argomento