“I sindacalisti contro il pil”

Pubblicato il 12 Settembre 2013 alle 10:04

Cover

L’11 settembre i tre maggiori sindacati polacchi hanno dato il via a Varsavia a una dimostrazione di 4 giorni contro l’austerity. Secondo il quotidiano accettare le richieste dei sindacati comporterebbe la rovina dell’economia nazionale.
I sindacati chiedono una svolta radicale rispetto all’innalzamento dell’età pensionabile a 67 anni previsto per quest’anno, un aumento del numero di lavoratori con diritto a integrazioni pensionistiche extra per le condizioni rischiose in cui hanno lavorato, l’abolizione dell’orario di lavoro flessibile e un aumento del salario minimo al 50 per cento del salario medio.
Secondo Rzeczpospolita i cambiamenti costerebbero circa 36 miliardi di euro in 7 anni, più i costi incalcolabili derivati dall’aumento della disoccupazione e dalle future ondate di emigrazione. Il quotidiano cita il capo economista di Invest-Bank Wiktor Wojciechowski, convinto che "i sindacati causerebbero rapidamente un tracollo simile a quello greco".

Ti è piaciuto questo articolo? Ci fa piacere! È in libero accesso perché per noi il diritto a un’informazione libera e indipendente è essenziale per la democrazia. Ma questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha un costo. Abbiamo bisogno del tuo sostegno per continuare a pubblicare degli articoli in diverse lingue e in totale indipendenza per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di membership e i loro vantaggi esclusivi, ed entra a far parte sin da ora della community di Voxeurop!

Sei un mezzo d'informazione, un'impresa o un'organizzazione? Scopri le nostre offerte di servizi editoriali su misura e di traduzione multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di mezzi d'informazione indipendenti. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti alla nostra comunità!

Sullo stesso argomento