“Il presidente della Commissione europea conferma la decisione su Dalli”

Pubblicato il 21 Maggio 2013 alle 10:05

Cover

Tramite il suo portavoce José Manuel Barroso ha respinto le accuse di due eurodeputati, secondo cui il presidente della Commissione avrebbe obbligato l’ex commissario alla sanità John Dalli a dimettersi senza attendere i risultati di un’inchiesta per corruzione dell’Ufficio anti frode dell’Ue (Olaf).
Il portavoce ha precisato che Barroso ha preteso le dimissioni di Dalli perché “la sua posizione era diventata politicamente insostenibile”. Dalli è stato accusato di essere a conoscenza del fatto che un suo collaboratore, Silvio Sammit, aveva chiesto denaro a una lobby svedese del tabacco in cambio dell’intercessione presso il commissario.
Il Times of Malta ricorda che "in seguito all’inchiesta dell’Olaf Zammit è stato oggetto di una procedura giudiziaria per frode e traffico di influenza".

Ti è piaciuto questo articolo? Noi siamo molto felici. È a disposizione di tutti i nostri lettori, poiché riteniamo che il diritto a un’informazione libera e indipendente sia essenziale per la democrazia. Tuttavia, questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha il suo prezzo. Abbiamo bisogno del tuo supporto per continuare a pubblicare le nostre notizie indipendenti e multilingue per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di abbonamento e i loro vantaggi esclusivi e diventa subito membro della nostra community!

Sei un media, un'azienda o un'organizzazione? Dai un'occhiata ai nostri servizi di traduzione ed editoriale multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di una stampa indipendente. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti a noi!

Sullo stesso argomento