“La nuova austerity fa sparire la crescita nel 2014”

Pubblicato il 17 Luglio 2013 alle 10:49

Cover

L’ultimo rapporto della Banca del Portogallo pubblicato il 16 luglio prevede una contrazione dell’1,7 per cento del pil nel 2013-2014, aggiornando la previsione precedente di una riduzione dell’1,2 per cento.
Il rapporto di primavera 2013 prevedeva una crescita del pil dell’1,1 per cento nel 2014, ma anche questo dato è stato rivisto al ribasso e ora ammonta allo 0,3 per cento.
Anche questa previsione dipende però dalla conferma delle stime ottimistiche in settori chiave come le esportazioni, tutt’altro che scontata.
Secondo i “in appena 4 anni le misure di austerity che hanno impoverito il paese e penalizzato le importazioni hanno causato un calo del 14,2 per cento nei consumi”.

Sei un mezzo d'informazione, un'impresa o un'organizzazione? Scopri le nostre offerte di servizi editoriali su misura e di tradzuzione multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di mezzi d'informazione indipendenti. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti alla nostra comunità!

Sullo stesso argomento