“La Polonia dipende dagli immigrati”

Pubblicato su 4 Marzo 2013 alle 11:18

Cover

Nel 2012 circa 244mila immigrati provenienti dall’est (soprattutto dall’Ucraina) sono arrivati in Polonia per lavorare legalmente. Si tratta di un record, ma secondo il quotidiano non sono ancora abbastanza.
Rzepa cita infatti un rapporto della Fondazione Energy-Europa: “per evitare lo spopolamento entro il 2050 dovrebbero venire a vivere in Polonia circa 5,2 milioni di persone”.
Secondo l’autrice del rapporto Krystyna Iglicka “abbiamo bisogno di loro, ma non sappiamo come convincerli a restare”. Iglicka sottolinea che la Polonia non è un paese ospitale per gli immigrati, che hanno grosse difficoltà a ottenere il diritto di residenza permanente e i permessi di soggiorno.

Sei un mezzo d'informazione, un'impresa o un'organizzazione? Scopri le nostre offerte di servizi editoriali su misura e di tradzuzione multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di mezzi d'informazione indipendenti. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti alla nostra comunità!

Sullo stesso argomento