L’Ue è ancora in mano agli uomini

Pubblicato il 8 Marzo 2013 alle 14:26

Cover

“Non ci sono donne alla guida dell’Europa”, constata La Croix. L’8 marzo, in occasione della festa della donna, il quotidiano francese traccia un bilancio contrastato del rispetto della parità dei sessi in Europa: 

Le istituzioni europee compiono progressi. […] Oggi in parlamento c’è il 35,4 per cento di donne, contro il 16,3 per cento del 1979. [Tuttavia] più si sale di grado e meno numerose sono le donne. […] La situazione della Commissione europea è emblematica. […] Nei ranghi più alti le donne sono otto, contro 26 uomini.
La Croix ricorda inoltre che la guida della Bce e delle tre principali istituzioni europee (Commissione, Parlamento e Consiglio) è affidata soltanto a uomini, gli stessi che si sono presentati a Oslo lo scorso 10 dicembre per ricevere il premio Nobel per la pace a nome dell’Ue
Secondo La Croix la parità potrebbe essere “una sfida per la prossima legislatura dopo le elezioni europee del 2014”.

Il meglio del giornalismo europeo, ogni giovedì, nella tua casella di posta
Ti è piaciuto questo articolo? Noi siamo molto felici. È a disposizione di tutti i nostri lettori, poiché riteniamo che il diritto a un’informazione libera e indipendente sia essenziale per la democrazia. Tuttavia, questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha il suo prezzo. Abbiamo bisogno del tuo supporto per continuare a pubblicare le nostre notizie indipendenti e multilingue per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di abbonamento e i loro vantaggi esclusivi e diventa subito membro della nostra community!

Sei un media, un'azienda o un'organizzazione? Dai un'occhiata ai nostri servizi di traduzione ed editoriale multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di una stampa indipendente. Voxeurop ha bisogno di te. Abbònati!

Sullo stesso argomento