Rzeczpospolita, 22 gennaio 2010

L'Unione teme per i cristiani

Pubblicato il 22 Gennaio 2010 alle 16:25
Rzeczpospolita, 22 gennaio 2010

Cover

Il Parlamento europeo prende le difese dei cristiani perseguitati in tutto il mondo, scrive Rzeczpospolita con soddisfazione. Dopo i recenti avvenimenti in Egitto, dove sei cristiani copti sono stati uccisi all'uscita dalla messa, il 21 gennaio è stata votata una risoluzione che condanna la persecuzione dei cristiani e invita le istituzioni europee e il Consiglio d'Europa ad affrontare la questione durante i prossimi colloqui con l'Egitto. Anche la Malesia è stata citata, in seguito agli attacchi contro i luoghi di culto cristiani nel paese. Alcuni politici sperano che la risoluzione sia un primo passo verso la tutela dei cristiani da parte della diplomazia europea. Secondo Jonathan Rocho di International christian concern (Icc), la situazione dei cristiani nei paesi musulmani e comunisti si sta aggravando, con l'aumento di pestaggi, deportazioni e omicidi. Altri temono invece che l'intervento dell'Ue possa inasprire le tensioni tra cristianesimo e islam.

Ti è piaciuto questo articolo? Noi siamo molto felici. È a disposizione di tutti i nostri lettori, poiché riteniamo che il diritto a un’informazione libera e indipendente sia essenziale per la democrazia. Tuttavia, questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha il suo prezzo. Abbiamo bisogno del tuo supporto per continuare a pubblicare le nostre notizie indipendenti e multilingue per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di abbonamento e i loro vantaggi esclusivi e diventa subito membro della nostra community!

Sei un media, un'azienda o un'organizzazione? Dai un'occhiata ai nostri servizi di traduzione ed editoriale multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di una stampa indipendente. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti a noi!

Sullo stesso argomento