“Quasi nessun paese in Europa è xenofobo come i Paesi Bassi”

Pubblicato il 10 Settembre 2013 alle 10:19

Cover

In un’intervista a Trouw la ministra del lavoro romena ha dichiarato che i Paesi Bassi sono ormai diventati “razzisti” e che la paura di un’immigrazione massiccia da Romania e Bulgaria è “esagerata”.
Mariana Câmpeanu si trovava all’Aia il 9 settembre insieme ai suoi omologhi olandese e bulgaro in occasione di un vertice sulla migrazione dei lavoratori, in un momento in cui l’apertura delle frontiere olandesi ai cittadini romeni e bulgari, prevista per il primo gennaio 2014, genera forti polemiche nel paese.
La ministra ha chiesto ai media olandesi di “parlare del contributo degli europei dell’est all’economia olandese” piuttosto che sottolineare il tasso di criminalità dei romeni nei Paesi Bassi.

Sei un mezzo d'informazione, un'impresa o un'organizzazione? Scopri le nostre offerte di servizi editoriali su misura e di tradzuzione multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di mezzi d'informazione indipendenti. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti alla nostra comunità!

Sullo stesso argomento