Un accordo generoso per Pechino

Pubblicato il 29 Luglio 2013 alle 13:28

Cover

Il 27 luglio la Commissione europea ha concluso un accordo amichevole con Pechino sulle importazioni di pannelli solari cinesi. Le due parti hanno accettato un prezzo minimo che, secondo fonti diplomatiche, sarebbe pari a 56 centesimi per watt prodotto.
Secondo il commissario europeo al commercio, Karel De Gucht, l’accordo dovrebbe eliminare il dumping che danneggia i produttori europei e assicurare un approvvigionamento stabile di pannelli solari sul mercato Ue. Ultimamente le divergenze tra Bruxelles e Pechino avevano minacciato di trasformare la contesa sui pannelli in una guerra commerciale.
In Germania, paese che si era opposto più di tutti alla tassazione anti-dumping, la Frankfurter Allgemeine Zeitung sottolinea che l’accordo “ha il merito di mettere fine alla disputa tra l’Ue e la Cina” senza però risolvere tutti i problemi tra il gigante asiatico e l’Europa.

È vero che il compromesso pone fine all’incertezza che ha colpito l’industria fotovoltaica, ma è altrettanto vero che i prezzi fissati non hanno nulla da spartire con l’economia di mercato. Capita spesso con i compromessi e le soluzioni abbozzate: chi ne approfitta ne soffre chi ne soffre ne approfitta.
Secondo il quotidiano francese Libération, invece, “l’Europa si consegna ai pannelli cinesi”:
Il dumping sopravviverà comunque [perché i 56 centesimi sono vicini alle tariffe offerte dai fornitori cinesi] anche se le aziende cinesi sono arrivate a vendere i loro moduli a 38 centesimi per watt. Inoltre le tariffe si applicheranno soltanto ai primi 7 gigawatt dei pannelli importati, […] ma in realtà 7 gigawatt corrispondono alla metà del consumo europeo, che nel 2012 ha raggiunto i 12 gigawatt […] Se le cifre saranno confermate l’accordo sarebbe molto vantaggioso per Pechino.

Iscriviti alla newsletter di Voxeurop in italiano

Ti è piaciuto questo articolo? Noi siamo molto felici. È a disposizione di tutti i nostri lettori, poiché riteniamo che il diritto a un’informazione libera e indipendente sia essenziale per la democrazia. Tuttavia, questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha il suo prezzo. Abbiamo bisogno del tuo supporto per continuare a pubblicare le nostre notizie indipendenti e multilingue per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di abbonamento e i loro vantaggi esclusivi e diventa subito membro della nostra community!

Sei un media, un'azienda o un'organizzazione? Dai un'occhiata ai nostri servizi di traduzione ed editoriale multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di una stampa indipendente. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti a noi!