La consultazione, dal titolo “WeEuropeans”, ha lo scopo di stabilire una serie di proposte politiche concrete per i legislatori di tutto il continente attraverso un processo che parte dal basso. Nello specifico, i cittadini dei 27 paesi membri sono stati invitati a registrarsi su una piattaforma online e a rispondere alla domanda: “Quali decisioni concrete possiamo prendere per reinventare l’Europa?”

Tramite la consultazione online i cittadini hanno avuto l’opportunità di proporre e di votare proposte politiche legate ad argomenti come l’ambiente, la democrazia e le istituzioni, le politiche sociali, il fisco e l’istruzione.

Secondo i dati raccolti da Civico Europa (aggiornati a metà marzo) la consultazione ha coinvolto più di 1,5 milioni di cittadini europei e raccolto più di 9 milioni di voti. Il numero totale di proposte raggiunge quota 30mila.

I risultati

Se consideriamo il numero complessivo di proposte si nota la rilevanza di temi come “democrazia” e “ambiente”; inoltre

emergono anche alcune preoccupazioni a livello nazionale. Ad esempio, i “consumi e la protezione del consumatore” sembra poco rilevante per molti partecipanti; tuttavia, tre proposte nella top 10 votata dai cittadini tedeschi possono essere associate a questa categoria.

Per far chiarezza su queste differenze tra paesi, il grafico mostra il numero di proposte legate a una determinata categoria e, allo stesso tempo, le proposte più votate da ogni paese. L’ordine degli argomenti presenti nel menu a tendina segue un ordine decrescente, secondo il numero complessivo (a livello di Unione) di proposte collegate a uno specifico tema.

Nonostante non possa essere un’indagine statisticamente rappresentativa del pensiero degli europei sulle priorità dell’Ue, la mappa fornisce spunti sulle potenziali priorità politiche nei diversi paesi membri. Le 10 proposte politiche più votate riguardo a ogni paese possono essere consultate al sito WeEuropeans.eu.

Il 22 marzo alcuni cittadini europei che hanno partecipato alla consultazione si sono ritrovati al Parlamento europeo per presentare agli europarlamentari le proposte politiche più votate.

Inoltre, questa “Agenda dei Cittadini” i verrà condivisa con i leader nazionali ed europei in occasione del Consiglio europeo del 9 maggio a Sibiu, in Romania.