“Alba dorata ha esagerato”

L’assassinio del rapper Pavlos Fyssas compiuto nella notte di martedì da un presunto militante del partito neo-nazista Alba Dorata ha provocato un’ondata di turbamenti in Grecia, ampiamente analizzata dalla stampa il 19 settembre. 

Pubblicato il 19 Settembre 2013 alle 13:05

“Adesso basta!”, titola Ta Nea parlando di “shock tra la popolazione” dopo “il crimine di Alba Dorata”. “Questa volta hanno esagerato”, sottolinea il quotidiano ricordando che gli esponenti del partito, rappresentato da 18 deputati nel parlamento greco, sono responsabili di numerosi atti di violenza, soprattutto contro gli immigrati. Ta Nea afferma che 

Cover

la classe politica nel suo insieme deve cominciare la guerra contro l’estrema destra, prima di tutto all’interno del governo, che prepara una serie di leggi per escludere Alba Dorata dal parlamento al più presto attraverso una modifica del codice penale. 

“Rivoltatevi, il mostro del nazismo uccide”, titola To Ethnos pubblicando una foto del presunto assassino con indosso una maglietta con il simbolo di Alba Dorata insieme ad altri militanti. Secondo il quotidiano di sinistra il paese vive un clima di tensione politica senza precedenti, alimentato dal fatto che il governo di Antonis Samaras considera alla stessa stregua estrema destra ed estrema sinistra.

La teoria dei due estremi più volte evocata dal primo ministro è pericolosa. Viviamo una tragedia unica dal ritorno della democrazia, e l’ascesa del fascismo nel paese non ha precedenti”.

Solitamente moderato, I Kathimerini denuncia lo “sconvolgente crimine di un neonazista” e sottolinea che il paese 

Cover

continua a marciare verso il caos. L’esplosione della violenza è ormai quotidiana, ma il carattere politico di questo omicidio rilancia il dibattito sui due estremi e favorisce un clima d’odio sempre più pericoloso.

Sei un mezzo d'informazione, un'impresa o un'organizzazione? Scopri le nostre offerte di servizi editoriali su misura e di tradzuzione multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di mezzi d'informazione indipendenti. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti alla nostra comunità!

Sullo stesso argomento