“Cinesi.hackerano@premier.fed.be”

Pubblicato il 27 Settembre 2013 alle 09:02

Cover

Il recente attacco agli uffici del primo ministro Elio di Rupo e del ministro degli seterie Didier Reynders, rivelato il 20 settembre da De Tijd è opera di hacker cinesi, riporta De Morgen.
Il quotidiano ha potuto visionare un rapporto confidenziale dei servizi segreti belgi e cita un esperto di questioni cinesi, Jonathan Holslag, convinto che l’attacco informatico sia legato all’interesse delle autorità cinesi per la politica belga, soprattutto

riguardo alla strategia di accordi commerciali internazionali. […] Bruxelles è uno degli ambienti migliori per ottenere molte informazioni perché il Belgio è uno dei paesi meno avanzati in materia di cybersicurezza.
Secondo il quotidiano i servizi segreti sospettano che all’origine del recente attacco a Belgacom ci siano invece pirati con base nel Regno Unito.

Il meglio del giornalismo europeo, ogni giovedì, nella tua casella di posta

Ti è piaciuto questo articolo? Noi siamo molto felici. È a disposizione di tutti i nostri lettori, poiché riteniamo che il diritto a un’informazione libera e indipendente sia essenziale per la democrazia. Tuttavia, questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha il suo prezzo. Abbiamo bisogno del tuo supporto per continuare a pubblicare le nostre notizie indipendenti e multilingue per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di abbonamento e i loro vantaggi esclusivi e diventa subito membro della nostra community!

Sei un media, un'azienda o un'organizzazione? Dai un'occhiata ai nostri servizi di traduzione ed editoriale multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di una stampa indipendente. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti a noi!

Sullo stesso argomento