"L'economia tedesca resta fedele all'Europa dell'est" constata Handelsblatt citando un sondaggio realizzato su circa mille imprenditori tedeschi. "Anche se le economie dell'est sono in caduta libera, le imprese tedesche sono molto soddisfatte della propria presenza nella regione." Dopo la Polonia, unico paese dell'area il cui Pil è in crescita (0,8 per cento), i paesi che offrono le migliori condizioni alle imprese straniere sono la Repubblica Ceca, la Slovacchia e la Slovenia. La regione è responsabile del 12 per cento del commercio estero tedesco, più di Stati Uniti e Cina messi assieme. "Nonostante i salari siano aumentati, l'est è ancora interessante", nota il quotidiano economico, perché i costi sono un quarto di quelli in Germania. L'unica nota stonata, secondo gli imprenditori, è lo scarso rispetto delle scadenze di pagamento.