“Costretti al dialogo”

Pubblicato il 10 Dicembre 2013 alle 14:54

Cover

Dopo tre settimane di manifestazioni contro la decisione del presidente Viktor Janukovyč di rinunciare alla firma dell'accordo di associazione con l’Ue, i partiti sembrano pronti a discutere, riporta Den.
Nonostante a Kiev le forze dell’ordine abbiano bloccato le strade che portano a piazza dell'Indipendenza, dove si riuniscono gli oppositori di Janukovyč, c’è un aspetto positivo, sottolinea il quotidiano:

i politici occidentali arriveranno in Ucraina per cercare una soluzione, a partire dal capo della diplomazia Ue Catherine Ashton. Un altro segnale positivo è che […] Janukovyč sostiene l’idea dell’ex presidente Leonid Kravčuk di convocare una tavola rotonda per cercare di superare la crisi politica. È ancora troppo presto per azzardare una previsione, ma l’inizio è incoraggiante.

Il meglio del giornalismo europeo, ogni giovedì, nella tua casella di posta
Ti è piaciuto questo articolo? Noi siamo molto felici. È a disposizione di tutti i nostri lettori, poiché riteniamo che il diritto a un’informazione libera e indipendente sia essenziale per la democrazia. Tuttavia, questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha il suo prezzo. Abbiamo bisogno del tuo supporto per continuare a pubblicare le nostre notizie indipendenti e multilingue per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di abbonamento e i loro vantaggi esclusivi e diventa subito membro della nostra community!

Sei un media, un'azienda o un'organizzazione? Dai un'occhiata ai nostri servizi di traduzione ed editoriale multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di una stampa indipendente. Voxeurop ha bisogno di te. Abbònati!

Sullo stesso argomento