“Gaspar sbatte la porta perché non ha margine per negoziare con la troika”

Pubblicato il 2 Luglio 2013 alle 10:05

Cover

Il primo luglio il ministro delle Finanze, Vítor Gaspar, si è dimesso sottolineando che la ripetuta incapacità di rispettare gli obiettivi economici fissati con la troika Ue-Bce-Fmi ha “minato la mia credibilità come ministro delle Finanze”. 
Público avanza alcuni dubbi sulla scelta del segretario al tesoro Maria Luís Albuquerque come successore di Gaspar, sottolineando che 

nel corso degli ultimi due anni l’ex ministro delle Finanze è stato la faccia del programma di aggiustamento e una figura chiave nei rapporti tra il governo e la troika. La perdita di questo canale di fiducia con i creditori sarà disastrosa per il paese. Maria Luís Albuquerque sarà anche amata a Bruxelles, ma non ha alcun peso politico reale. Se Gaspar non è riuscito a reggere la pressione interna, non ce la farà nemmeno il suo successore. […] La sua uscita di scena non rappresenta un cambio nelle politiche di austerity che hanno dato risultati disastrosi. 

Sei un mezzo d'informazione, un'impresa o un'organizzazione? Scopri le nostre offerte di servizi editoriali su misura e di tradzuzione multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di mezzi d'informazione indipendenti. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti alla nostra comunità!

Sullo stesso argomento