“Gli slovacchi ce l’hanno con noi”

Pubblicato il 27 Marzo 2013 alle 11:42

Cover

Le autorità ceche e slovacche stanno portando avanti una “campagna mediatica negativa” contro il cibo polacco, sottolineando che la sua qualità è “il più delle volte” molto bassa, spiega una fonte governativa citata dal quotidiano. Un ispettore capo dell’igiene ceco ha persino dichiarato in un programma televisivo che “non comprerebbe mai cibo polacco”.
“Le esportazioni alimentari sono diventate la specialità della Polonia, e nel 2012 Varsavia ha venduto all’estero prodotti alimentari per 17 miliardi di euro. Nel 2008 gli incassi si erano fermati a 11 miliardi”, spiega il quotidiano aggiungendo che “i produttori locali [cechi e slovacchi] non riescono a competere con la Polonia”.
Di conseguenza soltanto il 42 per cento del cibo venduto in Slovacchia viene prodotto nel paese. La “guerra del cibo” sarà tra gli argomenti principali in occasione del vertice polacco-slovacco che si tiene oggi a Poprad, in Slovacchia.

Ti è piaciuto questo articolo? Noi siamo molto felici. È a disposizione di tutti i nostri lettori, poiché riteniamo che il diritto a un’informazione libera e indipendente sia essenziale per la democrazia. Tuttavia, questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha il suo prezzo. Abbiamo bisogno del tuo supporto per continuare a pubblicare le nostre notizie indipendenti e multilingue per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di abbonamento e i loro vantaggi esclusivi e diventa subito membro della nostra community!

Sei un media, un'azienda o un'organizzazione? Dai un'occhiata ai nostri servizi di traduzione ed editoriale multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di una stampa indipendente. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti a noi!

Sullo stesso argomento