Energie rinnovabili

“Guerra dell’elettricità tra Berlino e Bruxelles”

Pubblicato il 19 Dicembre 2013 alle 11:12

Cover

Il 19 dicembre la Commissione europea ha annunciato l’avvio di una procedura contro la Germania a causa delle esenzioni fiscali alla imprese che usano energia prodotta da fonti rinnovabili. Bruxelles pretende che la legge sulle energie rinnovabili (EEG) venga modificata, riporta Die Welt.
Attualmente circa 2.300 aziende di settori a forte consumo energetico come quello chimico o metallurgico sono esentate dalla tassa pagata dai privati e dagli altri settori economici e che ammonta a 23 miliardi all’anno, spiega il quotidiano. La Commissione considera questa esenzione non conforme alla legislazione europea sulla concorrenza. Tuttavia, sottolinea il quotidiano,

il nuovo governo tedesco non condivide questa opinione, e dunque va incontro al suo primo grande conflitto con Bruxelles. La cancelliera Angela Merkel ha dichiarato davanti al Bundestag che “fino a quando ci saranno paesi europei dove l’energia prodotta industrialmente costa meno che in Germania, non vedo perché qualcuno debba rimproverarci di alterare la concorrenza”.

Il meglio del giornalismo europeo, ogni giovedì, nella tua casella di posta

Ti è piaciuto questo articolo? Noi siamo molto felici. È a disposizione di tutti i nostri lettori, poiché riteniamo che il diritto a un’informazione libera e indipendente sia essenziale per la democrazia. Tuttavia, questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha il suo prezzo. Abbiamo bisogno del tuo supporto per continuare a pubblicare le nostre notizie indipendenti e multilingue per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di abbonamento e i loro vantaggi esclusivi e diventa subito membro della nostra community!

Sei un media, un'azienda o un'organizzazione? Dai un'occhiata ai nostri servizi di traduzione ed editoriale multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di una stampa indipendente. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti a noi!

Sullo stesso argomento