I nomi perduti degli ebrei

Pubblicato il 20 Gennaio 2010 alle 14:51
Libération, 20 gennaio 2010

Cover

Per sfuggire all'antisemitismo e facilitare la propria integrazione, all'indomani della seconda guerra mondiale molte famiglie ebraiche francesi scelsero di francesizzare il proprio cognome. Si passò così da Rubinstein a Raimbauds, da Rozenkopfs a Rosents, da Wolkowiczes a Volcots e così via. "Oggi molti dei loro discendenti in cerca delle proprie radici vogliono recuperare il loro nome originale", scrive Libération. Una class action avanzata dall'associazione La force du nom ha portato il caso davanti al Consiglio di stato, il più importante tribunale amministrativo francese. "Mentre ogni straniero può francesizzare il proprio cognome, il contrario è proibito", osserva Libé. Negli Stati Uniti, invece, il diritto a recuperare il proprio nome è affermato ormai da decenni.

Sei un mezzo d'informazione, un'impresa o un'organizzazione? Scopri le nostre offerte di servizi editoriali su misura e di traduzione multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di mezzi d'informazione indipendenti. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti alla nostra comunità!

Sullo stesso argomento