De Standaard, 2. 10. 2009

Il Belgio si attacca all'atomo

Pubblicato il 2 Ottobre 2009 alle 13:52
De Standaard, 2. 10. 2009

Cover

Le tre centrali nucleari più vecchie del Belgio rimarranno in servizi fino al 2025, annuncia De Standaard, tanto quanto le tre centrali più recenti. Il ministro dell'energia, il socialista Paul Magnette, ha preso la decisione in seguito al rapporto Gemix, nel quale alcuni esperti internazionali prevedono difficoltà negli approvvigionamenti di energia. Una legge votata nel 2003 dichiarava che queste centrali avrebbero dovuto chiudere nel 2015. Electrabel, fornitore di elettricità in Belgio che appartiene al gruppo francese Gdf-Suez, dovrà versare una parte fissa dei suoi redditi allo Stato, investire nelle energie rinnovabili e mantenere i prezzi a un livello accettabile.

I Verdi hanno subito denunciato questo "accordo fra Electrabel e il governo".Citata da De Morgen, la deputata verde Tinne Van der Straeten ritiene che "in cambio di qualche centesimo per il suo bilancio", il ministro garantisce il monopolio e i profitti di Electrabel, che andranno "tutti in Francia". "I francesi brinderanno con lo champagne", dice la deputata, ricordando che "in nessuna parte del mondo vi sono centrali vecchie come quelle del Belgio".

Il meglio del giornalismo europeo, ogni giovedì, nella tua casella di posta

Ti è piaciuto questo articolo? Noi siamo molto felici. È a disposizione di tutti i nostri lettori, poiché riteniamo che il diritto a un’informazione libera e indipendente sia essenziale per la democrazia. Tuttavia, questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha il suo prezzo. Abbiamo bisogno del tuo supporto per continuare a pubblicare le nostre notizie indipendenti e multilingue per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di abbonamento e i loro vantaggi esclusivi e diventa subito membro della nostra community!

Sei un media, un'azienda o un'organizzazione? Dai un'occhiata ai nostri servizi di traduzione ed editoriale multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di una stampa indipendente. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti a noi!

Sullo stesso argomento