“La Bce dà per certo che il Portogallo avrà un nuovo programma”

Pubblicato il 17 Dicembre 2013 alle 12:01

Cover

Il 16 dicembre il presidente della Bce Mario Draghi ha sottolineato che con ogni probabilità il Portogallo dovrà intraprendere un programma di austerità per un “periodo transitorio” in modo da agevolare il suo ritorno sui mercati alla fine dell’attuale programma, prevista per giugno 2014”, scrive Público.
Il governo portoghese non ha ancora escluso la possibilità di “un’uscita pulita” come quella dell’Irlanda, ma probabilmente dovrà scegliere tra un nuovo bailout della troika e un ritorno sui mercati con l’appoggio di una “linea di credito precauzionale”. Nel suo editoriale Público sottolinea che “Draghi ha tirato via il tappeto da sotto i piedi al Portogallo”, e accusa il presidente della Bce di aver creato un problema:

ignorando inizialmente la possibilità di un’uscita “all’Irlandese”, Draghi sta inviando segnali negativi ai mercati. Questo significa che persino lui dubita che nel giro di sei mesi i tassi d’interesse portoghesi raggiungeranno livelli tali da assicurare un pacifico ritorno sui mercati.

Iscriviti alla newsletter di Voxeurop in italiano

Ti è piaciuto questo articolo? Noi siamo molto felici. È a disposizione di tutti i nostri lettori, poiché riteniamo che il diritto a un’informazione libera e indipendente sia essenziale per la democrazia. Tuttavia, questo diritto non è garantito per sempre e l’indipendenza ha il suo prezzo. Abbiamo bisogno del tuo supporto per continuare a pubblicare le nostre notizie indipendenti e multilingue per tutti gli europei. Scopri le nostre offerte di abbonamento e i loro vantaggi esclusivi e diventa subito membro della nostra community!

Sei un media, un'azienda o un'organizzazione? Dai un'occhiata ai nostri servizi di traduzione ed editoriale multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di una stampa indipendente. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti a noi!

Sullo stesso argomento