La morte di un dissidente blocca l’accordo

Pubblicato il 16 Marzo 2010 alle 12:09
El Mundo, 16 Marzo 2010

Cover

Il 23 febbraio il dissidente cubano Orlando Zapata è morto dopo un lungo sciopero della fame. Secondo El Mundo, il fatto ha incrinato le relazioni tra l'Ue e l'Avana. La presidenza spagnola dell'Unione europea era infatti pronta a stipulare un "accordo politico, commerciale e umanitario" con l'isola, ma adesso è convinta che "l'atmosfera non sia più appropriata". Il ministro degli esteri spagnolo Miguel Angel Moratinos ha dichiarato che la risoluzione Ue del 1996, che esortava Cuba a una transizione democratica e al dialogo con i dissidenti, non sarà "modificata né eliminata" dai ministri degli esteri europei al momento del riesame previsto per giugno. Il Parlamento europeo, continua El Mundo, ha anche approvato "a larghissima maggioranza" una risoluzione di condanna per la morte di Zapata e lo stallo nel processo democratico cubano. L'Avana ha reagito con stizza, cancellando il prossimo incontro con i rappresentandi Ue in programma a Madrid.

Sei un mezzo d'informazione, un'impresa o un'organizzazione? Scopri le nostre offerte di servizi editoriali su misura e di tradzuzione multilingue.

Sostieni il giornalismo europeo indipendente

La democrazia europea ha bisogno di mezzi d'informazione indipendenti. Voxeurop ha bisogno di te. Unisciti alla nostra comunità!

Sullo stesso argomento